Anno – 2017

Le Grandi Signorie Italiane

Tra la metà del 200 e gli inizi del 300 si assiste ad un fenomeno di grande importanza in Italia, il passaggio dalle istituzioni comunali al governo di un solo signore.
Tutto questo succede con modalità e tempi diversi sul piano nazionale.
La signoria è la risposta alla crisi interna del comune, infatti, nacque proprio nel momento in cui la lotta fra le fazioni comunali erano giunte ad un punto di non ritorno e rischiavano di compromettere l’esistenza del comune stesso.
Il signore è dunque una sorta di pacifista, e cioè colui che mette pace alle guerre interne del paese anche perdendo la propria libertà.

L’epoca delle Signorie in Italia ha origine tra il XIII ed il XV secolo a seguito del disfacimento dell’impero dominato da Federico II e della crisi dei comuni indeboliti da decenni di lotte, guerre tra guelfi e ghibellini, povertà dei popoli.
È a questo punto che i comuni iniziano a mettere il potere nelle mani di famiglie ricche e potenti già importanti per la regione di riferimento attraverso la figura del podestà.

I signori stabiliscono alleanze con alcuni vicini e linee di difesa con altri. Spesso nell’epoca quattrocentesca diventano magnati dell’arte e se a loro si devono tante ingiustizie e negazioni di diritti al popolo, si deve anche la bellezza delle nostre città di oggi e della consistenza presenza in Italia di opere d’arte.

La sfida di quest’anno sarà quella di rappresentare una delle quattro signorie più importanti d’Italia, Estensi, Malatesta, Gonzaga e Medici.

In particolare il nostro rione dovrà rappresentare I Medici di Firenze

I commenti sono chiusi.