Il Palio in Un Giorno

In una calda mattina d’estate veniamo contattati da ASP con la proposta di dedicare qualche ora ai bambini che frequentano la Ludoscuola C. Giussani di Mozzate; quest’anno il tema che affronteranno è dedicato ai giochi di una volta, quindi la tradizione del Palio sembra adattarsi perfettamente.

L’idea piace molto al Convocato che comincia subito a studiare un progetto che possa dare valore al palio e soprattutto far divertire i piccoli amici.

Ecco arrivare l’idea, far vivere l’intero palio ai bambini in un solo giorno!

La missione sembra impossibile ma piano piano tutte le fasi vengono riscritte e adattate ai più piccoli; sorteggi, creazione del cencio, sfilata e giochi.

Arriva il grande giorno, è tutto organizzato ma un dubbio resta… saremo in grado di mantenere l’attenzione dei bambini per una mattina intera?

Al nostro arrivo le facce perplesse dei nostri piccoli amici lasciano ben presto spazio a grandi sorrisi.

La classe, formata da circa 30 bambini di età compresa tra i 3 e i 7 anni viene divisa in due “Rioni”, vengono eletti non con poca fatica i due capitani(in un Rione abbiamo avuto addirittura tre agguerriti candidati) e poi si procede con l’estrazione dei temi.

Quest’anno i due “Rioni” saranno chiamati a rappresentare le favole, in particolare Cappuccetto rosso e i tre porcellini.

Sorteggio fatto! La squadra capitanata da Massimo dovrà rappresentare i tre porcellini, quella invece capitanata da Nicolò Cappuccetto rosso.

Prima di cominciare però manca ancora qualcosa, l’ambito cencio! Che come da tradizione verrà assegnato al “Rione” vincitore.

Le due squadre si mettono subito all’opera colorando enormi disegni rappresentanti i loro temi.

In pochissimo tempo i bambini terminano le proprie opere e poi tutti in giardino per la grande sfilata, per l’occasione trasformata in una piccola rappresentazione teatrale con tanto di maschere e costumi.

I “Rioni” sono pronti, iniziamo con Cappuccetto rosso, ai nostri piccoli amici vengono assegnati i ruoli da rappresentare nella favola e poi via! Possiamo partire.

L’iniziale timidezza lascia spazio al grande divertimento e in pochi secondi i bambini si trasformano in mamma di cappuccetto, nonna di cappuccetto, lupo , cacciatore e tanti altri abitanti del bosco.

La simpatica combriccola svolge a dovere il proprio compito rappresentando alla grande la storia e meritandosi l’applauso dell’altro “Rione” per il momento relegato a spettatore.

Adesso tocca al gruppo dei tre porcellini, distribuzione di maschere e costumi anche per loro e si parte, il viaggio è lungo e la costruzione delle tre casette molto faticosa.

Dopo tante peripezie il grosso lupo ormai stremato dai ripetuti soffi è sconfitto e tutti possono festeggiare nella grande casetta di “Mattoni”

Dopo le enormi fatiche dedicate alla sfilata si parte finalmente con i giochi!

Partiamo con il tiro alla fune! Nell’emozionante sfida basata su forza fisica e strategia si portano subito in vantaggio i “Cappuccetti” ma nella seconda manche i “Porcellini” pareggiano e la sfida finisce pari!

Nemmeno il tempo di riposarsi ballando Occidentali’s Karma e siamo tutti pronti di nuovo per Ruba Bandiera!
Qui la sfida si fa durissima, le squadre si inseguono fino all’emozionante punteggio di dieci pari, manca un solo punto per assegnare il “palio”, ma si sà.. quando il gioco si fa duro ecco emergere il carattere del capitano dei tre porcellini: Massimo, è suo il punto finale!!!

Consegna degli attestati e grande foto di gruppo chiudono questa bella mattinata che senza dubbio ha fatto divertire tutti, sia grandi che piccoli!!

Grazie alla Ludoscuola per aver dato al Palio la possibilità di trascorrere una fantastica giornata in compagnia dei loro piccoli ospiti.

le foto di questa sezione sono state pubblicate al puro fine di condividere le attività con i genitori. Nel caso in cui qualcuno avesse il desiderio di rimuoverle non deve fare altro che scrivere alla mail capitano@rionelatorre.com e sarà premura dello staff provvedere all’immediata eliminazione.

I commenti sono chiusi.